Monte Morello

Monte Morello è considerato il polmone verde dell’area fiorentina ma fino al secolo scorso si presentava come un’enorme massa brulla ed erosa dai continui tagli di bosco effettuati per oltre seicento anni. Il continuo disboscamento portò ad una situazione di degrado ambientale che già nel sedicesimo secolo preoccupava le comunità della zona.
Per un intervento efficace si dovrà attendere i Lorena, che con l’editto leopoldino del 1784 invitavano i monaci di Camaldoli, Montesenario e Vallombrosa ad acquistare appezzamenti negli appennini e a provvedere al rimboschimento degli stessi. Gli stessi Lorena poi, crearono una vasta bandita di caccia che dalle cascine arrivava a Monte Morello e Pratolino.

L’attuale aspetto di Monte Morello, con i sui boschi di pino, querce cipressi e abeti bianchi,è dovuto dai rimboschimenti effettuati tra il 1909 ed il 1970.

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*